Accesso
Salta al contenuto principale

Reclami

​​​​​​

Numia S.p.A. pone al centro della propria attività la relazione con il Cliente, prestando attenzione alle Sue esigenze ed operando con la massima cura per individuare e rimuovere le cause che hanno provocato un reclamo, al fine di migliorare costantemente la qualità dei servizi. Per eventuali contestazioni in merito ad un comportamento o un’omissione riferibile ai servizi di pagamento prestati direttamente da Numia può essere presentato un reclamo, anche mediante il modulo scaricabile dal link sotto riportato, a mezzo:

Modulo di reclamo
Modulo da compilare per contestazioni in merito ad un comportamento o un’omissione riferibile alla prestazione di servizi di pagamento prestati direttamente da Nu​mia
.

Dopo aver ricevuto un reclamo, l‘Ufficio Reclami di Numia invia tempestivamente al Cliente una conferma di avvenuta ricezione dello stesso, verificando se del caso la corretta legittimazione del reclamante. Successivamente provvede ad inviare al Cliente la lettera di chiusura del reclamo con lo stesso mezzo con il quale è pervenuto (posta ordinaria, raccomandata A/R , email o PEC) entro i termini previsti dalla normativa di riferimento e precisamente entro ​ 15 giorni lavorativi per i reclami aventi ad oggetto i servizi di pagamento. In situazioni eccezionali, se l’Istituto di Moneta Elettronica non può rispondere entro i 15 giorni lavorativi, invia una prima risposta indicando le ragioni del differimento della risposta definitiva al reclamo e specificando il termine entro il quale fornirà la risposta definitiva. In ogni caso il termine per il riscontro definitivo non supera i 35 giorni lavorativi.

Ricordiamo che per formulare una richiesta di rimborso relativa ad operazioni effettuate con carte di pagamento, prima di presentare un reclamo è necessario procedere alla compilazione dell’apposito modulo di disconoscimento da inviare agli indirizzi specifici indicati

Modulo di disconoscimento
Modulo da compilare per richiesta di rimborso relativa ad operazioni effettuate con carte di pagamento.
.​

In tutti i casi, s​e dopo aver presentato un reclamo, si è insoddisfatti dell’esito o non si è ricevuta risposta entro i termini fissati dalla normativa ci si può rivolgere all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) per i prodotti e servizi bancari. Per sapere come rivolgersi all'ABF e l'ambito della sua competenza consultare il sito www.arbitroba​ncariofinanziario.it o richiedere informazioni presso le Filiali della Banca d'Italia.
In alternativa all’ABF o per le questioni che esulano la sua competenza può presentare, anche in assenza di preventivo reclamo a Numia, una domanda di mediazione finalizzata alla conciliazione ad altro organismo specializzato iscritto nell'apposito registro tenuto dal Ministero della Giustizia (ad es. il Conciliatore Bancario. L'elenco degli organismi di mediazione è disponibile sul sito www.giustizia.it.
Il ricorso all’ABF o a uno degli organismi sopra elencati è condizione necessaria per poter ricorrere all’autorità giudiziaria.
In aggiunta a quanto sopra, in caso di violazione da parte di Numia delle regole di condotta che riguardano la prestazione dei servizi di pagamento, il Cliente può presentare un esposto alla Banca d’Italia (ai sensi dell’art. 39 del D. Lgs. 11/2010). In caso di grave inosservanza degli obblighi assunti da Numia in relazione alla prestazione dei servizi di pagamento, saranno applicabili sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti dei soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione nonché dei soggetti che svolgono funzioni di controllo per mancata vigilanza sull’osservanza degli obblighi in questione, nella misura di volta in volta prevista ai sensi di legge (ai sensi del Titolo VIII del Testo Unico B​ancario e dell’art. 32 del D. Lgs. 11/2010 e successive modifiche).


Rendiconto sull’attività di gestione dei reclami – esercizio 2023

Rendiconto sull’attività di gestione dei reclami – esercizio 2022